sabato 12 marzo 2011

Passepartout

La prima legge della dietetica: se ha un buon sapore, non è per te.  (I.Asimov)

Con che cosa potrei cominciare se non con il mio cavallo di battaglia? Non aspettatevi chissà quale meraviglia ma si tratta di quella torta classica, da feste, da merenda..quella che i miei amici mi pregano in ginocchio pur di prepararla per la merenda nelle pause di studio; quella che, se la porto, basta il tempo di affettarla che puf! restano solo le briciole! L'ho chiamata 'passepartout' poichè non ho mai incontrato NESSUNO che non ami alla follia questa torta, affogata e intrisa di cioccolato fondente. Ed è anche facilissima! Mi costa un pò darvi la ricetta perchè finora l'ho custodita gelosamente, ma, via su, le cose belle (e buone) vanno condivise :)

Vi serviranno:
- 200 gr. di cioccolato fondente in tavoletta
- 4 uova
- 150 gr. di zucchero
- 150 gr. di burro
- 1 o 2 cucchiai rasi di farina

Cominciate col mettere a sciogliere a bagnomaria la cioccolata insieme al burro. Per gli inesperti in materia culinaria, il metodo 'a bagnomaria' prevede che un recipiente con dell'acqua venga messo sul fuoco e questo dev'essere grande abbastanza per contenere un'altro recipiente contenente il composto da sciogliere, in questo caso cioccolato e burro tagliati grossolanamente a pezzi: l'acqua bollente a contatto con il recipiente più piccolo, riscalderà il cioccolato che fonderà insieme al burro. Mescolate ogni tanto..
Nel frattempo si preparano le uova, separando i tuorli in una scodella e gli albumi in un'altra. Alla scodella con i tuorli si aggiunge anche lo zucchero. A questo punto, possibilmente con uno sbattitore elettrico, si montano sia gli albumi, che diventeranno bianchi, soffici e spumosi (infatti si dice che si montano 'a neve'), e i tuorli con lo zucchero: questi, rispetto agli albumi, richiederanno un pò più di tempo a mescolare con lo sbattitore, poichè il risultato ottimale si otterrà quando i granellini dello zucchero saranno diventati il più possibile fini. Il composto con i tuorli risulterà quindi molto cremoso e morbido.
Intanto il cioccolato con il burro sarà diventato fuso, cremoso, caldo..mmm..ok, toglietelo dal fuoco e mettetelo a raffreddare un pochino, magari mescolandolo con un cucchiaio di legno. Nella manciata di minuti in cui lasciamo raffreddare il cioccolato, preparate la teglia. Di solito utilizzo una teglia da crostate, quindi con un bordo abbastanza basso e con un diametro di 26 cm: imburratela e infarinatela per bene cosicchè l'impasto non 'si attacchi' e non bruci durante la cottura.
Adesso l'impasto vero e proprio comincerà a prender forma: aggiungete un pò per volta il cioccolato fuso all'impasto cremoso dei tuorli con lo zucchero mentre mescolate. Una volta aggiunto tutto il cioccolato l'impasto vi risulterà parecchio duro: non preoccupatevi perchè adesso aggiungerete all'impasto gli albumi montati a neve e otterrete un impasto molto molto cremoso. Ora aggiungete all'impasto due o tre cucchiai non pieni di farina bianca, la quale contribuirà a legare per bene il tutto e mescolate per un ultima volta.
Infine versate l'impasto nella teglia imburrata e infarinata. Ecco, ora non resta che infornare! Mettete la teglia in forno già caldo a 180°C e lasciatela cuocere per 30' circa: se la togliete dal forno una manciata di minuti prima darà un risultato migliore perchè il dentro rimane un pò più morbido e cremoso.Vi dico sinceramente che io seguo poco i tempi di cottura assegnati, mi affido parecchio all'aspetto:  per prove ed errori, se mi sembra cotta uniformemente, più scura in superficie e croccante, la tolgo dal forno.

Il risultato finale sarà una torta abbastanza bassa con una crosticina croccante molto fragile sulla superficie ma molto molto morbida all'interno.
Il modo ideale per mangiare questa torta è spolverarla di abbondante zucchero a velo e accompagnarla con un pò di panna montata. Mi dicono che sia strepitosa.

Provatela e fatemi sapere ;)

12 commenti:

  1. La farò il prima possibile! SBAV

    RispondiElimina
  2. Io non ne sono capace ma ho già detto tutta la procedura e gli ingredienti alla mia mamma appassionata di dolci...lunedì la prepara,poi quando l'avrò assaggiata scriverò qui quanto mi è piaciuta :)

    RispondiElimina
  3. Io che sono l'ufficiale assaggiatore approvo =D
    ah per oggi pomeriggio ne potresti fare una ;)

    RispondiElimina
  4. Lo proverò domani a pranzo con il mio fidanzato, dato che cucinerà lui e cuocerà la bistecca, io preparerò il dolce!!!Grazie mille della ricetta!!!

    RispondiElimina
  5. poi voglio assolutamente sapere come vi viene eh ;)

    RispondiElimina
  6. ehi ma io la conosco questa torta!! è un dolce ferrarese noto come "torta tenerina"! la ricetta che ho io è praticamente uguale, solo uso 300 grammi di cioccolato invece di 200 e 200 grammi di zucchero invece di 150!!! :D

    RispondiElimina
  7. wow! allora proverò sicuramente a farla anche nella tua variante :D
    ma ti assicuro che già con 200 gr di cioccolata viene ottima!

    RispondiElimina
  8. Uao.. Dev'essere una favola!

    RispondiElimina
  9. L'ho fatta stamani ed è venuta buonissima, anche se all'aspetto non rende molto...mi si è rotta tutta!Infatti mi ero dimenticata i cucchiai di farina e li ho aggiunti direttamente nella teglia di cottura quindi non si sono amalgamati bene con il resto!! Però per essere il mio primo dolce sono abbastanza soddisfatta, soprattutto grazie alle tue indicazioni dettagliate!!!!GRAZIEEEE!!!Un bacio

    RispondiElimina
  10. oh che bello!!! son proprio contenta :D complimenti per il primo dolce!!!
    concordo sul fatto che all'aspetto non sembri proprio appetitosa, tuttaltro..poi si bisogna stare attenti alla crosticina sopra sopra perchè si rompe facilmente..meglio lasciarla freddare bene :)ma vedrai che con la pratica va tutto meglio!

    RispondiElimina
  11. Grandissimo blog e buonissima torta :)

    RispondiElimina
  12. La prossima settimana è il compleanno di mamma...idea migliore per un dolce da prepararle non potevi darmela! Baci baci!

    RispondiElimina